FAQ

17. Come possiamo verificare se il sistema di controllo del termoregolatore ha un'anomalia?

Un fattore per giudicare se un termoregolatore funziona in maniera appropriata è la temperatura. Le temperature impostate e le temperature reali devono corrispondere(±1 a ±2 °C). Se ciò non avviene, l'unità non sta funzionando correttamente.
Se il raffreddamento rimane accesso in continuazione e la temperatura rimane in ogni caso troppo elevata o l'unità è troppo piccola per l'applicazione potrebbe esserci uno dei seguenti problemi: la connessione all'acqua di raffredamento è chiusa; lo scambiatore è ricoperto di calcare; il filtro della rete di raffreddamento è intasato.
Possibili cause di una temperatura insufficiente sono : la resistenza, il contattore o il relais difettoso o la valvola solenoide dello scambiatore non si chiude in maniera corretta, lasciando che l'acqua passi attraverso lo scambiatore in continuo. Se la temperatura rilevata oscilla intorno al valore impostato a causa di un'errata impostazione dei parametri di controllo 8 ( alternanza di riscaldamento e raffreddamento ), viene sprecata energia e viene incrementato lo stress dell'unità.
Siccome la temperatura viene di solito misurata nel media (acqua od olio), una eguaglianza tra la temperatura impostata e quella rilevata non significa necessariamente che la temperatura dell'elemento da termoregolare sia controllata in maniera appropriata. Se la portata è insufficente, la temperatura non sarà trasferita pienamente all'elemento da termoregolare. Quindi la portata deve essere a sua volta monitorata mediante un lettore di flusso interno od esterno.

FAQ overview